home | cosa è | cooperazione | scuola diritti umani | convegno | attività | agenda | approfondimenti
, 19 giugno 2019 - cosa succede oggi?
« Torna indietro
APPROFONDIMENTI
19 novembre 2006
Identikit, identità, appartenenze, diversità.
Conferenza stampa
ecoinformazioni

Il Convegno 2006 del Coordinamento comasco per la Pace si svolgerà nell’Aula magna del Politecnico, in via Castelnuovo 7 a Como il 17, 18 e 19 novembre. La tre giorni pacifista sarà presentata alla stampa giovedì 9 novembre alle 11 nella sede delle Acli in via Brambilla 35 a Como.

Uno spettro si aggira per il mondo, lo spettro dell’identità. Molte potenze e superpotenze, nazioni, religioni, modelli di sviluppo e correnti di pensiero hanno scatenato una santa caccia spietata contro lo spettro delle identità altrui.

Pare che tutti i conflitti, dai più gravi ai più insignificanti, abbiano come motivazione profonda la differenza identitaria e il desiderio o il bisogno di difendere, tutelare o affermare l’identità propria rispetto all’assalto, all’intrusione o alla semplice esistenza dell’identità altrui.

Il termine identità viene utilizzato con grande disinvoltura (in questa pagina è ripetuto venti volte), sempre affiancato da qualche precisazione che ne dovrebbe chiarire il significato, magari cristallizzandolo. Ma ciò che sembra ovvio non lo è.

Come si definisce l’identità collettiva? Esiste un’unica identità occidentale, un’unica identità europea, un’unica identità italiana, un’unica identità comasca? E quali sarebbero i suoi tratti caratteristici? La si può circoscrivere ad un luogo geografico? E un’identità orientale c’è? Cosa la definirebbe? I popoli, hanno una identità? L’identità nazionale prevale sempre sull’identità locale, o è vero il contrario?

È la paura di perdere la propria identità che porta ad enfatizzare tutto quanto la riguarda, fino a ridurla ad un idolo immutabile e poco reale?

La tutela esasperata della propria identità, è indicatrice di progresso o di regressione per gli esseri umani?

Quando si accusano le religioni di avere gravi responsabilità nei conflitti attuali, si tiene conto di tutti i problemi correlati a ciascuna situazione o si sottolinea quello che fa più comodo in un dato momento?

Per ciascuna persona esiste un’unica identità o anche un’identità prevalente? L’identità è statica o dinamica?

Insomma: cos’è l’identità? Come si costruiscono le identità individuali e collettive? Che ruolo ha la scuola nella costruzione e nella decostruzione dell’identità?

Questo è il viaggio che proponiamo con questo nono convegno del Coordinamento comasco per la Pace.

Più che rispondere a tutte queste domande e alle altre che verranno, proveremo a stimolare ciascuno, ciascuna, di noi a non accontentarsi dei luoghi comuni. E, come dice Wislawa Szymborska, la poetessa polacca, premio Nobel per la Letteratura, «Cercheremo un’armonia,/ sorridenti, fra le braccia,/ anche se siamo diversi/ come due gocce d’acqua».

Info: Ufficio stampa 031.268425, ecoinformazioni@tin.it, www.comopace.org.


aggiornato il 17/11/2006 alle ore 15:10 - Link Permanente
Coordinamento Comasco per la Pace - Via Trieste 1 - 22073 Fino Mornasco - COMO
Tel. 031.927644 - Fax. 031.3540032 - email: info@comopace.org web: http://www.comopace.org/