home | cosa è | cooperazione | scuola diritti umani | convegno | attività | agenda | approfondimenti
, 19 settembre 2019 - cosa succede oggi?
« Torna indietro
APPROFONDIMENTI
25 ottobre 2007
Apertura del Convegno Il dolce stil nuovo
una serata intensa per celebrare il trentennale delle Madres di Plaza de Mayo
Ecoinformazioni
22199 (SOCIETÀ/PACE/COMO) Mercoledì 24 ottobre alle 21, una serata intensa per celebrare il trentennale delle Madres di Plaza de Mayo. Trecento persone hanno partecipato all�apertura del Convegno Il dolce stil nuovo, decrescita e politiche di Pace del Coordinamento comasco per la Pace allo Spazio Gloria con Ottavia Piccolo, Sergio Fabian Lavia e Dilene Ferraz.

Si è aperto mercoledì 24 ottobre alle 21 al Circolo Arci-Xanadù il decimo convegno del Coordinamento comasco per la Pace, Il dolce stil nuovo che compie quest'anno il suo decimo anniversario. Ad accogliere il pubblico c'erano il direttore del sodalizio Claudio Bizzozero, Celeste Grossi, vicepresidente del Ccp e Fiorenzo Gagliardi, presidente dell'Associazione del volontariato comasco.

Claudio Bizzozero ha ringraziato le Acli di Como, l'Avc - Csv di Como, l'Ipsia di Como, L'Isola che c'è, l'Ovci La nostra famiglia che hanno collaborato all�iniziativa. Il direttore illustrando il tema della serata dedicata alle Madres de Plaza de Mayo con le quali il coordinamento ha da sempre avuto un legame forte. Le Madres compiono quest'anno trent'anni di attività, più di 1400 giovedì passati a chiedere la verità sulla sorte dei loro figli, mariti, fratelli. Queste donne hanno socializzato il loro dolore e la loro rabbia, sentimenti intimi che esternati sono diventati impegno sociale e politico. È proprio questa forza che ha permesso loro di continuare a battersi per tutti questi anni. Fiorenzo Gagliardi ha sottolineato che l'Avc � Csv condivide le finalità del Coordinamento, perseguite con un impegno costante che dura da dieci anni.

Celeste Grossi ha ricordato che tutti i pacifisti hanno un debito di riconoscenza con le Madres, sottolineando che la situazione della popolazione del mondo è peggiorata nei dieci anni di attività del sodalizio pacifista lariano e la mancanza di giustizia ed equità hanno fatto sì che il percorso per la Pace sia sempre più in salita. La vicepresidente del CcP ha illustrato i temi che saranno sviluppati nel convegno che propone un riflessione approfondita sugli stili di vita.

Esaurite le introduzioni i Semi suite hanno suonato Di pace e di pane, una canzone su Gabriele Moreno Locatelli. Il brano narra con un'intensa forza emotiva di come il pacifista, ucciso a Sarajevo nel 1993, attraversasse il mondo per portare pace e pane: «Moreno attraversava il ponte, andava per guerre, andava ad incontrare gente, camminare terre». Sullo sfondo è stato proiettato Coexistence, una serie di immagini sui temi della coesistenza e del razzismo.

Dopo il ricordo del pacifista di Canzo a cui l�attività del Coordinamento è dedicata e la proiezione di un video sulle Madres de Plaza de Mayo Ottavia Piccolo è salita sul palco e per narrare la storia delle �locas� le �pazze� che si ribellarono alla violenza assassina dei generali argentini. L�attrice ha ricordato che nell'Italia degli anni settanta nessuno parlava di cosa stava succedendo in Argentina chiarendo che il velo della censura, determinato da motivi politici e economici, fu squarciato proprio dalla lotta nonviolenta delle Madres.

Ma la parte più intensa e coinvolgente della serata si è aperta quando all�attrice è bastato un respiro per calarsi nella parte di Elsa, protagonista dello spettacolo Buenos Aires non finisce mai e moglie di un desaparecido, e nella parte di tutte le donne del movimento di Plaza de Mayo. Ottavia Piccolo � acclamata dal pubblico per la sua eccezionale abilità narrativa e per lo spessore del suo impegno sociale � con la toccante lettura di racconti e poesie ha trasmesso al pubblico la complessità dei sentimenti di donne la cui vita è stata distrutta dalla violenza assassina dei militari. Donne che nel pensare ai propri figli, figlie, mariti non potevano considerarli né tra i morti né tra i vivi, ma desaparecidos.

Ha chiuso la prima serata del Convegno il duo musicale composto dal chitarrista Sergio Fabian Lavia e dalla flautista e cantante Dilene Ferraz che ha proposto parte del proprio repertorio impregnato di musicalità latino americana, una ricerca di ritmi e tecniche vocali indigene del Sud America. Particolarmente inserita nel discorso della serata Avenida de las penas, una canzone che percorrendo il viale che porta alla Plaza de Mayo evoca la lotta delle Madres. [Francesco Vanotti, ecoinformazioni]

ecoinformazioni via Anzani 9 22100 Como, tel. 031.268425, e-mail ecoinformazioni@tin.it, Internet www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Direzione: Antonia Barone, Gianpaolo Rosso (responsabile). Redazione: Barbara Battaglia, Emiliano Berti, Saviana Camelliti, Fabio Cani, Elena Capizzi, Luciana Carnevale, Tatiana Cerutti, Laura De Agazio, Patrizia Di Giuseppe, Francesca Di Mari, Chiara Donghi, Alba Eletto, Laura Foti, Cinzia Funcis, Danilo Lillia, Marco Lorenzini, Francesca Nieto, Andrea Rosso, Lorenzo Sanchez, Manuela Serrentino, Francesca Solera, Laura Verga. Tutti i testi possono essere utilizzati liberamente citando la fonte.

aggiornato il 09/11/2007 alle ore 14:58 - Link Permanente
Coordinamento Comasco per la Pace - Via Trieste 1 - 22073 Fino Mornasco - COMO
Tel. 031.927644 - Fax. 031.3540032 - email: info@comopace.org web: http://www.comopace.org/