home | cosa è | cooperazione | scuola diritti umani | convegno | attività | agenda | approfondimenti
, 19 giugno 2019 - cosa succede oggi?
« Torna indietro
APPROFONDIMENTI
12 dicembre 2008
Carovana Antimafie 2008
il messaggio del Presidente di Avviso Pubblico
Andrea Campinoti

 

La Carovana di quest’anno affronta temi molto complessi che si presentano nella quotidianità di ciascuno di noi: mafia, sicurezza e razzismo. Temi che qualcuno può avvertire come slegati fra di loro, mentre ad uno sguardo più attento si comprende come esista un filo rosso che li lega indissolubilmente. Cos’è infatti la tratta degli esseri umani, il caporalato, lo sfruttamento della prostituzione se non l’esercizio organizzato della violenza e dell’intimidazione finalizzato a calpestare la dignità umana per ragioni di potere e di profitto, iniettando dosi di paura nella popolazione?

Attraversando l’Italia da Nord a Sud, incontrando centinaia di giovani, amministratori, educatori, docenti e semplici cittadini, la Carovana si sostanzia come occasione unica e importante per scuotere le coscienze, per attivare e sostenere un processo capace di aiutarci a leggere la realtà per come si presenta e non soltanto per come ci viene raccontata, per stimolare al ricordo delle vittime e all’impegno per la giustizia sociale. La Carovana, dunque, è un’occasione per ascoltare, per denunciare, per riflettere, per parlare – possibilmente non soltanto a quelli che sono già sensibili alle nostre tematiche – e, infine, per proporre.

Abbiamo un compito importante: agire affinché il tema della lotta alle mafie diventi una priorità nell’agenda politica del Governo e del Parlamento italiani. Operare perché il tema sicurezza non sia visto come alternativo a quello delle mafie e non sia affrontato meramente con una logica di carattere repressivo. Una logica pericolosa quest’ultima, perché, se da un lato premia in termini di consenso elettorale, dall’altro alimenta inutilmente la paura, soprattutto verso il “diverso”, dando fiato a tensioni sociali inutili e dannose per la convivenza civile e democratica.

La sfida che ci attende è alta e vale la pena di essere affrontata, non come navigatori solitari, ma come persone e associazioni che avvertono l’importanza di essere e sentirsi uniti e organizzati per raggiungere obiettivi comuni. Sta a ciascuno noi, ognuno per la parte che gli compete, operare per costruire condizioni di vita più umane.

 

Andrea Campinoti
Presidente di Avviso Pubblico


aggiornato il 12/12/2008 alle ore 07:52 - Link Permanente
Coordinamento Comasco per la Pace - Via Trieste 1 - 22073 Fino Mornasco - COMO
Tel. 031.927644 - Fax. 031.3540032 - email: info@comopace.org web: http://www.comopace.org/